Salta al contenuto principale
CODICE 67708
ANNO ACCADEMICO 2023/2024
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE BIO/16
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 1° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

Introduzione all’organizzazione anatomica del corpo umano: aspetti topografici e caratteristiche morfologiche essenziali dei diversi organi.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisire le conoscenze di base di organi ed apparati.Acquisire le conoscenze anatomiche specifiche dell'apparato urogenitale maschile e femminile finalizzate all'assistenza ostetrica.Conoscere e saper riconoscere i tessuti dei principali organi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento si pone l’obiettivo di fornire agli studenti le nozioni base in materia di organizzazione anatomica: topografia e struttura degli organi del corpo umano. Questo costituisce la premessa per le successive discipline scientifiche.

 

  • RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI: 

Al termine dell’insegnamento, lo studente sarà in grado di:

  • Conoscere approfonditamente l’organizzazione anatomica, la topografia e la struttura degli organi della piccola pelvi e della regione perineale
  • Distinguere i principali punti di repere del corpo.
  • Descrivere analiticamente l’organizzazione di ogni organo e i suoi rapporti.
  • Comprendere la relazione tra struttura e funzione degli organi
  • Iniziare ad interpretare sintomi e/o patologie, referti, utilizzando le basi anatomiche

PREREQUISITI

Concetti base di biologia umana e terminologia anatomica di base. Capacità di organizzazione dello studio con approfondimento e sintesi. Buona conoscenza della lingua italiana per una corretta comprensione ed esposizione degli argomenti trattati.

MODALITA' DIDATTICHE

Lezione frontale

PROGRAMMA/CONTENUTO

Pelvi femminile: pelvi ossea, orientamento della pelvi, articolazioni e legamenti pelvici, pareti e pavimento pelvico, diametri pelvici.

Topografia della piccola pelvi femminile: organizzazione visceri, vascolarizzazione, drenaggio linfatico.

Topografia del perineo femminile: esame stratigrafico.

Ovaio: forma, posizione, rapporti, mezzi di fissità. Struttura microscopica. Ciclo ovarico. Controllo ormonale.

Tube uterine: forma, posizione, rapporti. Struttura microscopica. Controllo ormonale.

Utero: forma, posizione, rapporti, mezzi di fissità, orientamento, configurazione interna. Comportamento del peritoneo.  Struttura microscopica. Modificazioni cicliche dell’endometrio.

Vagina: forma, posizione, rapporti, configurazione interna Struttura microscopica.

Mammella: generalità, dimensioni, rapporti, mezzi di fissità. Struttura microscopica pre-, post-pubertà, gravidica, allattamento.

Innervazione specifica somatica e viscerale della pelvi: nervo sciatico, pudendo, splancnici pelvici, origine e distribuzione. Innervazione dell’utero, delle tube, della vagina.

Generalità inerenti:

Topografia della pelvi maschile: organizzazione dei visceri, vascolarizzazione, drenaggio linfatico.

Topografia del perineo maschile: esame stratigrafico.

Testicoli: forma, posizione, rapporti, struttura microscopica.

Vie spermatiche: tubuli retti e rete testis, epididimi, canali deferenti, condotti eiaculatori, uretra comune; forma, posizione, rapporti struttura microscopica.

Ghiandole annesse alle vie spermatiche: prostata, vescichette seminali, ghiandole bulbouretrali; forma, posizione, rapporti, struttura microscopica.

Genitali esterni: pene, borsa scrotale.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tortora & Nielsen - Principi di Anatomia umana - CEA

Kenneth Saladin- Anatomia Umana- PICCIN

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

CATERINA VALETTI (Presidente)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

Vedi calendario primo semestre con inizio ad ottobre

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile all'indirizzo EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

L'esame di anatomia umana prevede una prima selezione con un test in aula info linguistica (computer), il cui superamento da accesso ad una valutazione orale tramite riconoscimento di immagini anatomiche

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

ll modalità d’esame scelta è tesa a verificare la conoscenza di tutti gli argomenti svolti a lezione e riportati nel programma. Utilizzando la modalità del test scritto è possibile ampliare il numero di domande e quindi avere una informazione più dettagliata e omogenea circa la preparazione dello studente. Il riconoscimento di immagini è volto a valutare la capacità di collegare le nozioni acquisite alle strutture anatomiche corrispondenti.