Salta al contenuto principale
CODICE 66212
ANNO ACCADEMICO 2023/2024
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE ICAR/09
LINGUA Italiano
SEDE
  • SAVONA
PERIODO 2° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

Il corso introduce i concetti fondamentali della meccanica delle strutture con riferimento a problemi semplici, facendo riferimento a esempi concreti, quali travi e travature, con particolare riferimento agli elementi strutturali tipici dell’ingegneria meccanica. L’inquadramento generale viene delineato successivamente quando, a valle di questo processo, si ritiene che lo studente possa più facilmente comprenderlo.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'insegnamento fornisce le nozioni fondamentali della meccanica delle strutture e la loro traduzione nella progettazione di costruzioni reali limitatamente a schemi statici semplici

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso intende fornire le basi per la verifica strutturale di meccanici semplici con particolare riguardo alle applicazioni industriali e civili. In particolare verrano studiati gli schemi statici più comuni e verranno illutrate le procedure per valutare le caratteristiche di sollecitazione, gli stati tensionali e deformativi. Verranno affrontati dapprima problemi semplici, studiando separatamente la risposta nei riguardi delle diverse caratteristiche di sollecitazione. Successivamente, le procedure solutive verranno ricomposte in un quadro unitario in maniera da trattare in maniera completa lo studio di travi e sistemi di travi. particolare enfasi sarà data alla modellazione di problemi strutturali e alla definizione degli schemi utili alla loro soluzione.

Al termine del corso gli studenti saranno in grado di rappresentare i sistemi strutturali più comuni secondo modelli statici semplici, saranno in grado di rappresentare le azioni, risolvere gli schemi statici semplici, valutare lo stato di tensione e di deformazione, portare avanti le verifiche strutturali.

PREREQUISITI

Al fine di comprendere e applicare la maggior parte dei concetti descritti nell’insegnamento è necessario avere le conoscenze fondamentali di analisi matematica, fisica e geometria.

MODALITA' DIDATTICHE

L'insegnamento si compone di lezioni frontali e di esercitazion i in aula in cui verranno affrontati esercizi e applicazioni numeriche. Allo studente è data la possibilità di sostenere una prova scritta di autovalutazione in itinere, strutturata in modo analogo all’esame scritto finale, ma limitata al programma svolto, con successiva correzione.
Per aiutare lo/la studente nell'apprendimento, il docente mette sul portale Aula Web di Ateneo tutti i testi delle prove scritte e delle verifiche di apprendimento durante l'anno, insieme con la traccia della soluzione.

Si consigliano gli studenti lavoratori e gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di contattare il docente all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e d’esame che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali

PROGRAMMA/CONTENUTO

Meccanica delle Strutture: analisi statica e cinematica del corpo rigido, il problema della trave piana rettilinea. Determinazione delle reazioni vincolari e dei diagrammi delle caratteristiche di sollecitazione. Le travature isostatiche piane e reticolari. Comportamento meccanico dei materiali: legame elastico lineare monoassiale. regime tensionale e deformativo di travi soggette ad azioni assiali, momenti flettenti, taglio e torsione. Trave deformabile: equazione della linea elastica, soluzioni di alcuni schemi iperstatici semplici. Cenni sull'instabilità dell'equilibrio.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

-'Introduzione alla meccanica strutturale', C. Comi, L. Corradi Dell’Acqua McGraw-Hill, Milano 2012.
- 'Meccanica dei solidi - Elementi di scienza delle costruzioni 2' F. P. Beer, E. Russell Johnston Jr., J. T. DeWolf McGraw-Hill, Milano 2002.
- Marchi E.., Rubatta A. , Meccanica dei Fluidi, UTET

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

LUISA PAGNINI (Presidente)

GIORGIO BONI

MARIA LAURA POLETTI

LUCA FERRARIS (Presidente Supplente)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

da calendario (https://corsi.unige.it/10800/p/studenti-orario)

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile all'indirizzo EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

La prova di esame consiste in una prova scritta ed una prova orale. La prova scritta precede la prova orale di una settimana/dieci giorni circa.

La prova scritta consiste nella soluzione di una travatura isostatica, con la rappresentazione delle caratteristiche di sollecitazione e della deformata qualitativa, la stima dello stato di tensione al fine di verifica o progetto.  Qualora gli studenti abbiano superato la verifica scritta in itinere, questa si considera sostitutiva della prova scritta.

Per accedere alla prova orale gli studenti dovranno aver superato la prova scritta o le verifiche in itinere, con un voto minimo di 16/30 e il voto conseguito verrà utilizzato nella valutazione finale facendo la media con la prova orale.

Saranno disponibili 2 appelli di esame per la sessione invernale ( gennaio- febbraio) e 3 appelli per la sessione estiva (giugno,
luglio e settembre). Non verranno concessi appelli straordinari al di fuori dei periodi indicati.

Il voto conseguito nell’insegnamento sarà la media dei voti attribuiti nei moduli in cui si articola l’insegnamento. Si rimanda alla consultazione dei singoli moduli per i dettagli circa le modalità di esame.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

L’esame scritto verificherà l’effettiva capacità di affrontare lo studio ingegneristico di un sistema strutturale.
L’esame orale verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e avrà lo scopo di valutare non soltanto se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze, ma se ha acquisito la capacità di analizzare criticamente i sistemi strutturali semplici alla luce dei modelli e degli schemi studiati.

Agli studenti sarà richiesto di istituire un modello ingegneristico di un sistema strutturale oggetto di studio, di risolvere uno schema statico semplice, di valutare lo stato di tensione e di deformazione, di portare avanti le verifiche strutturali, mostrando anche di essere in grado di esprimersi in maniera comprensibile, di svolgere calcoli semplici, di utilizzare correttamente le unità di misura.

Il voto conseguito nell’insegnamento sarà la media dei voti attribuiti nei moduli in cui si articola l’insegnamento. Si rimanda gentilmente alla consultazione dei singoli moduli per i dettagli circa le modalità di esame.

Calendario appelli

Dati Ora Luogo Tipologia Note
08/01/2024 09:00 SAVONA Scritto
15/01/2024 09:00 SAVONA Orale
10/06/2024 09:00 SAVONA Scritto
10/06/2024 14:00 SAVONA Orale
17/06/2024 09:00 SAVONA Orale
09/09/2024 09:00 SAVONA Scritto
12/09/2024 09:00 SAVONA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Propedeuticità :

Nozioni di analisi matematica, geometria e fisica