Salta al contenuto principale
CODICE 65663
ANNO ACCADEMICO 2023/2024
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-FIL-LET/02
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 1° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

La tradizione della letteratura greca è costellata di perdite: di molte opere non si conservano che riferimenti indiretti, di altre sappiamo solo che sono esistite, di altre ancora (le più lette e diffuse nel corso del tempo) abbiamo molti o moltissimi testimoni manoscritti. Ma anche in quest’ultimo caso, sovente i dati testuali che abbiamo sono ambigui, insoddisfacenti, o problematici e sollecitano la riflessione su questioni di metodo.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento di Filologia greca si propone l’acquisizione di: una solida conoscenza dei meccanismi della critica del testo; competenze circa la ricostruzione di tradizioni manoscritte nell’ambito della letteratura greca antica, la discussione di varianti, la proposta di congetture, anche tramite lo studio di testi che rappresentano, per la loro peculiare natura, una sfida per il metodo ricostruttivo; la capacità di leggere un’edizione critica di un testo della letteratura greca antica, comprendendo appieno le informazioni fornite nell’apparato e nella praefatio ed essendo in grado di valutarle criticamente; la capacità di utilizzare gli strumenti bibliografici e i database online pertinenti alla disciplina; la capacità di padroneggiare la terminologia tecnica e le strategie argomentative proprie della ricerca filologica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La partecipazione alle attività formative e/o lo studio individuale consentiranno allo studente di:

– conoscere e comprendere i meccanismi della critica del testo applicata ai testi della grecità classica;

– applicare le conoscenze generali alla fruizione di edizioni critiche;

– usare gli strumenti bibliografici e i database online pertinenti alla disciplina;

– comprendere e interpretare i dati relativi a tradizioni manoscritte greche;

– acquisire un lessico appropriato per presentare e discutere criticamente i diversi aspetti della disciplina.

PREREQUISITI

Solida conoscenza della lingua greca antica.

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali con proiezione di immagini e presentazioni Powerpoint (rese disponibili su Aulaweb). Agli studenti verrà richiesto inoltre di intervenire attivamente, con l’elaborazione, in piccoli gruppi o in forma individuale, di un intervento di circa 20/30 minuti su un argomento concordato da esporre oralmente a lezione: tale esercitazione non ha scopo di valutazione e non concorre al voto d’esame.

Le lezioni si svolgeranno unicamente in presenza. La frequenza, sebbene non obbligatoria, è consigliata. Eventuali studenti non frequentanti sono pregati di prendere contatto con la docente per concordare un programma alternativo.

Tutti gli studenti sono tenuti a registrarsi su Aulaweb.

PROGRAMMA/CONTENUTO

I corpora scoliastici: strategie di edizione e problemi specifici.

Dopo una introduzione complessiva sulla formazione e la natura della paraletteratura scoliastica e sulla tradizione dei corpora che saranno affrontati a lezione (Iliade e Odissea), si studieranno gli specifici problemi ecdotici che il genere pone, attraverso la lettura di una selezione di passi, con analisi degli apparati critici e delle riproduzioni digitali di testimoni manoscritti antichi e medievali. Si metteranno in luce elementi di continuità e di discontinuità rispetto alla tradizione esegetica antica e si osserveranno le diverse tecniche ecdotiche applicabili.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

– M.L. WEST, Critica del testo e tecnica dell’edizione, Palermo, L’Epos, 1991 (trad. it. di Textual criticism and editorial technique, Stuttgart 1973);

– F. MONTANA, La filologia ellenistica: lineamenti di una storia culturale, Pavia, Pavia University Press 2012;

– E. DICKEY, The Sources of our Knowledge of Ancient Scholarship, in Brill’s Companion to Ancient Greek Scholarship, ed. by F. Montanari, S. Matthaios, A. Rengakos, 1-2, Leiden-Boston, Brill, 2015, 1, pp. 459-514, limitatamente al paragrafo Scholia, pp. 497-514.

 

– Una lettura a scelta tra:

F. MONTANA, Editing Anonymous Voices: The Scholia Vetera to the Iliad, in Sicut dicit: Editing Ancient and Medieval Commentaries on Authoritative Texts, ed. by S. Boodts, P. De Leemans †, S. Schorn, Turnhout, Brepols 2019, pp. 97-125;

F. PONTANI, Thoughts on Editing Greek Scholia: the Case of the Exegesis to the Odyssey, in The Arts of Editing Medieval Greek and Latin: a Casebook, ed. by E. Göransson, G. Iversen, B. Crostini, Turnhout, Brepols 2016, pp. 313-337.

 

I passi esaminati a lezione saranno distribuiti in fotocopia e resi disponibili su Aulaweb. Delle parti di manoscritti esaminate a lezione e di quelle utili per le esercitazioni saranno fornite riproduzioni digitali, se non disponibili online.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

LARA PAGANI (Presidente)

SERENA PERRONE

LARA NICOLINI (Presidente Supplente)

ALICE BONANDINI (Supplente)

LISA LONGONI (Supplente)

GABRIELLA MORETTI (Supplente)

BIAGIO SANTORELLI (Supplente)

GIOVANNI TROVATO (Supplente)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

18/9/23

Orari delle lezioni

L'orario di questo insegnamento è consultabile all'indirizzo: Portale EasyAcademy

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Prova orale.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Agli studenti verrà richiesto sia di esporre discorsivamente argomenti del programma sia di tradurre e commentare, dal punto di vista critico-tradizionale ed ecdotico, brani dalle opere in programma, per accertare la conoscenza e la comprensione dei meccanismi e degli strumenti della critica del testo, delle specifiche tradizioni in programma, degli strumenti propri della disciplina, nonché le capacità di fruire degli apparati critici e di padroneggiare la terminologia tecnica.

La soglia di base si intende raggiunta nei casi in cui lo studente dimostri di aver sostanzialmente compreso il funzionamento degli strumenti concettuali della filologia, sappia riferire correttamente quali sono i problemi metodologici e sia in grado di ricavare le informazioni offerte da un’edizione critica, utilizzando in maniera appropriata la terminologia tecnica.

La soglia di eccellenza si intende raggiunta nei casi in cui lo studente dimostri una totale padronanza degli strumenti concettuali e della terminologia tecnica della filologia, al punto di essere in grado di elaborare in maniera autonoma e critica i problemi metodologici della disciplina e le informazioni offerte da un’edizione critica.

Calendario appelli

Dati Ora Luogo Tipologia Note
19/12/2023 09:00 GENOVA Orale
16/01/2024 09:00 GENOVA Orale
06/02/2024 09:00 GENOVA Orale
07/05/2024 09:00 GENOVA Orale Appello riservato ai laureandi della sessione estiva
04/06/2024 09:00 GENOVA Orale
26/06/2024 09:00 GENOVA Orale
23/07/2024 09:00 GENOVA Orale
10/09/2024 09:00 GENOVA Orale