Salta al contenuto principale
CODICE 108652
ANNO ACCADEMICO 2023/2024
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-FIL-LET/08
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 2° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

Il compito precipuo della filologia, in estrema sintesi, è quello di verificare che un testo sia giunto a noi nella forma in cui l’autore l’ha composto; al centro dell’interesse della disciplina sta dunque il testo e la questione della sua autenticità. La filologia medievale e umanistica si occupa, più in particolare, dei testi in lingua latina prodotti nel Medioevo e nell’Umanesimo.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'insegnamento si propone di fornire agli studenti gli strumenti per affinare le loro conoscenze relativamente alla storia e alla critica testuale, con specifico riferimento ai testi latini medioevali e umanistici, tanto a livello teorico quanto a livello pratico attraverso l'illustrazione e analisi di casi concreti relativi a particolari testi e tipi di testo. Obiettivi dell'insegnamento, più specificamente, sono i seguenti: sviluppare la capacità di analizzare e valutare la tradizione dei testi e di mettere quest'ultima in relazione con i diversi contesti storico culturali in cui essa si è formata; porre lo studente a contatto con la problematica critica, con le metodologie della filologia medievale e umanistica, con la letteratura scientifica e con la strumentazione della ricerca letteraria e filologica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione attiva alle attività formative proposte e lo studio individuale consentiranno allo studente di:

  • conoscere gli elementi fondamentali della filologia e, più in particolare, della filologia latina medievale e umanistica;
  • saper leggere una qualunque edizione critica;
  • conoscere le problematiche principali legate all’edizione critica di un commento medievale o umanistico ad altri testi;
  • conoscere la tradizione manoscritta di alcuni testi specifici composti nel Medioevo o nell’Umanesimo;
  • saper inserire tali testi nel corretto contesto storico-culturale;
  • conoscere i principali strumenti bibliografici che possono essere di supporto in fase di allestimento di un’edizione critica;
  • acquisire una sufficiente padronanza del lessico filologico.

PREREQUISITI

Conoscenza anche elementare della lingua latina e buona conoscenza delle letterature latina e italiana del Medioevo e dell’Umanesimo.

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali. Le lezioni si svolgeranno unicamente in presenza. La frequenza, sebbene non obbligatoria, è consigliata. È possibile che vengano organizzate lezioni in forma seminariale tenute da esperti della materia.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  1. Verranno illustrati gli aspetti essenziali della filologia medievale e umanistica: cos’è e di cosa si occupa la filologia medievale e umanistica; aspetto e diffusione dei manoscritti e dei libri a stampa nel Medioevo e nell’Umanesimo; il latino nel Medioevo e nell’Umanesimo e il rapporto con il volgare; l’edizione critica dei testi medievali e umanistici;
  2. l’edizione critica di commenti medievali e umanistici. Verranno esposte le problematiche generali e si affronteranno i casi specifici dei commenti alla Poetria nova di Goffredo de Vino Salvo e alla Rhetorica ad Herennium, con particolare attenzione alla tradizione dei testi e alla soluzione di problemi testuali particolarmente significativi.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Dispensa (relativa alla prima parte dell'insegnamento) che verrà messa a disposizione dal docente;
  • Guizzardo da Bologna, Recollecte super Poetria magistri Gualfredi, Fiorini, Verona 2013;
  • D. Losappio, Un nuovo testimone (frammentario) del commento di Guizzardo da Bologna alla Poetria nova, «Spolia», n.s., 6/1 (2020), pp. 110-128;
  • D. Losappio, Il commento di Bartolomeo da San Concordio alla Poetria nova: alcuni appunti, in Le poetriae del medioevo latino: modelli, fortuna, commenti, a cura di G.C. Alessio – D. Losappio, Edizioni Ca' Foscari, Venezia 2018, pp. 129-163;
  • D. Losappio, La recitatio nella Poetria nova. Prime indagini sull'antica esegesi italiana, «Maia», 73 (2021), pp. 632-650;
  • D. Losappio, Ancient Rhetoric and the Early "Italian" Commentaries on the Poetria nova, in Brill's Companion to the Reception of Ancient Rhetoric, edited by S. Papaioannou - A. Serafim - M. Edwards, Brill, Leiden-Boston 2022, pp. 247-268;
  • D. Losappio, Sul commento alla Rhetorica ad Herennium del Codice Sforza, «Rhetorica», 34 (2016), pp. 55-77;
  • slide e altro materiale bibliografico fornito nel corso delle lezioni.

Gli studenti non frequentanti dovranno aggiungere alla bibliografia sopra descritta la lettura di M. Berté-M. Petoletti, La filologia medievale e umanistica, il Mulino, Bologna 2017. Si richiede comunque ai non frequentanti di prendere contatto col docente per tempo per definire meglio il programma d’esame.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

PIA CAROLLA (Presidente)

FRANCESCA GAZZANO

DOMENICO LOSAPPIO (Presidente Supplente)

MARTINA BIAMINO (Supplente)

LIA RAFFAELLA CRESCI (Supplente)

AGNESE FONTANA (Supplente)

CLARA FOSSATI (Supplente)

ARIANNA MAGNOLO (Supplente)

FRANCESCO VANONI (Supplente)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

giovedì 22 febbraio 2024

Orari delle lezioni

L'orario di questo insegnamento è consultabile all'indirizzo: Portale EasyAcademy

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Orale.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Indicativamente due-tre domande relative al punto 1 e altrettante relative al punto 2 del programma. Gli studenti dovranno dimostrare non soltanto di conoscere gli aspetti essenziali della filologia, ma anche di essere in grado di applicare la teoria alla pratica sui testi proposti nell’ambito del punto 2 del programma.

Calendario appelli

Dati Ora Luogo Tipologia Note
21/12/2023 09:00 GENOVA Orale
18/01/2024 09:00 GENOVA Orale
01/02/2024 09:00 GENOVA Orale
09/05/2024 09:00 GENOVA Orale
30/05/2024 09:00 GENOVA Orale
13/06/2024 09:00 GENOVA Orale
27/06/2024 09:00 GENOVA Orale
05/09/2024 09:00 GENOVA Orale

Agenda 2030

Agenda 2030
Istruzione di qualità
Istruzione di qualità