Salta al contenuto principale
CODICE 64935
ANNO ACCADEMICO 2024/2025
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE IUS/12
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 2° Semestre
FRAZIONAMENTI Questo insegnamento è diviso nelle seguenti frazioni:
  • A
  • B
  • PROPEDEUTICITA
    Propedeuticità in ingresso
    Per sostenere l'esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
    Propedeuticità in uscita
    Questo insegnamento è propedeutico per gli insegnamenti:
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il Diritto Finanziario è cardinale nella attuale società, e nella professionalità giuridica, cardinalità che risulta non solo dalla attualità delle vicende sociali e politiche ma anche dai rinnovati programmi universitari e dalla disciplina di importanti concorsi pubblici. L'insegnamento mira allora a costruire la figura del giurista moderno: esso è impostato sul fondamentale connotato e contenuto giuridico della materia e mira a dotare il docente di una adeguata  autonomia di spirito critico.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Il corso si ripromette di fornire le conoscenze fondamentali per orientarsi nel settore del finanziamento della spesa pubblica. Da un lato, si tratta di uno dei compiti fondamentali dello Stato e di tutti gli altri enti pubblici, essenziale per il conseguimento degli obiettivi delle pubbliche funzioni (servizi pubblici e sicurezza sociale). Dall’altro si tratta di attività autoritativa, che impatta sulle libertà e diritti dei singoli e richiede una articolata sensibilità giuridica e, comunque, implica adempimenti operativi tecnici e complessi cui sono tenute persone fisiche e soggetti ed enti, commerciali e non, pubblici e privati. In definitiva, il corso si ripromette di fornire allo studente non solo, sul piano culturale, conoscenze basilari per una consapevole partecipazione alla vita civile, ma anche strumenti professionali essenziali ove egli voglia avviarsi a professioni, dipendenti o autonome, presso enti pubblici, aziende private, o attività professionali nel campo amministrativo o economico.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Lo studente al superamento dell'esame dovrà avere le conoscenze necessarie per orientarsi criticamente nelle problematiche giuridiche connesse al finanziamento della spesa pubblica, sapendo effettuare analisi precise e formulare soluzioni solide ai problemi.

    Si tratta di questioni di eccezionale rilevanza pratica, particolarmente avvertiti nella presente temperie economica, cui si ricollegano, oltre che fondamentali questioni etiche e giuridiche, interessanti sbocchi professionali e lavoritivi (nelle pubbliche amministrazioni e libere professioni).

    Metodologicamente l'insegnamento privilegia nettamente e predispone all'approccio ragionato, rispetto all'acquisizione di dati e informazioni, tendendo a costruire una sensibilità critica, imprescindibile per il giurista moderno: il programma verrà svolto valorizzando la prospettiva della regolamentazione giuridica come strumento per la soluzione di conflitti e la soddisfazione di esigenze di carattere generale (equità, prosperità economica, libertà di intrapresa e solidarietà).

    Lo studio individuale, la frequenza e la partecipazione alle attività formative proposte consentiranno allo studente di:

    • Identificare i concetti strutturali della materia,  e conseguentemente saper collocare la disciplina di dettaglio nel rispettivo ambito di riferimento;
    • Identificare i valori costituzionali e generali oggetto di ponderazione nella materia tributria.
    • Comprendere la relazione tra le fonti costitutuzionali interne e le fonti di principio internazionale
    • Comprendere la relazione tra le norme interne e quelle della unione europea e inquadrare il c.d. sistema multilivello di regolamentazione
    • Orientarsi criticamente nella produzione normativa, acquisendo gli strumenti per valutare le soluzioni interpretative e applicative ottimali
    • Esaminare casi concreti riconducendoli alla normativa applicabile 
    • Distinguere tra elementi strutturali e secondari delle fattispecie.
    • Individuare gli obiettivi delle norme, gli interessi considerati e gli elementi extratestuali che possono orientare l'interpretazione
    • Saper maneggiare e comprendere gli adempimenti fiscali basilari (come si fa una dichiarazione dei redditi, una fattura, una ritenuta, ecc.)  

    PREREQUISITI

    Si richiedono agli studenti: buone capacità logiche, curiosità, apertura a riflessioni multidisciplinari, buone capacità di espressione, disponibilità alla dialettica e abitudine allo studio ragionato e non mnemonico. 

    MODALITA' DIDATTICHE

    Nell'insegnamento si valorizza particolarmente, accanto alla didattica frontale, la riflessione a approfondimento di casi e questioni tratte dalla realtà, legislativa e giudiziaria attuale, anche attraverso il confronto con esperti del settore e studio ed esami di materiali giurisprudenziali e operativi

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    1. La finanza pubblica e la nozione di tributo; tipologia e classificazioni. 2. Profili economici dell’imposizione tributaria. 3. I limiti costituzionali della potestà normativa tributaria. 4. La struttura della prestazione tributaria. 5. I principali tributi dell’ordinamento italiano: imposte sui redditi e imposte indirette. 6. La soggettività tributaria. 7. La collaborazione della parte privata alla funzione impositiva (scritture contabili, dichiarazioni). 8. La funzione impositiva e le sue articolazioni procedimentali (l’accertamento tributario). 9. La riscossione delle imposte.   10. Le sanzioni.   11. La tutela amministrativa e giurisdizionale delle situazioni  del contribuente.

     

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti frequentanti: Marcheselli, Manuale di diritto tributario. Parte Generale, in corso di pubblicazione presso Giuffrè, integrato con gli appunti delle lezioni per la parte speciale.

    In alternativa: AA.VV. Fondamenti di diritto tributario, ultima edizione.

     


    Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti non frequentanti 

    AA. VV. Fondamenti di diritto tributario. Ultima edizione. 

     

    Lo studio va comunque, per frequentanti e non, sempre integrato con la consultazione di una raccolta delle principali Leggi tributarie. La comprensione della materia presuppone la conoscenza dei tratti fondamentali del Diritto costituzionale, Diritto privato, del Diritto amministrativo, del Diritto commerciale e del Diritto processuale civile.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    ALBERTO MARCHESELLI (Presidente)

    DAVIDE EMONE

    FRANCESCO FARRI (Presidente Supplente)

    FEDERICO BERTOCCHI (Supplente)

    FRANCESCA SOLARI (Supplente)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Si rinvia al calendario delle lezioni del Dipartimento.

    Orari delle lezioni

    L'orario di questo insegnamento è consultabile all'indirizzo: Portale EasyAcademy

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Orale, con modalità tali da valutare prioritariamente le capacità di orientamento critico nella materia, la proprietà terminologica e le qualità dialettiche essenziali alle professioni giuridiche. È scoraggiato l’apprendimento mnemonico e acritico dei soli dati normativi. Per gli studenti frequentanti fisicamente le lezioni e virtualmente il forum di supporto al corso saranno concordate modalità alternative e/o complementari all’esame orale (Quiz ed esercitazioni sperimentali scritte  sui sillogismi del diritto tributario).

    Le studentesse e gli studenti in possesso di regolare certificazione di disabilità o di diagnosi DSA possono richiedere di avvalersi, durante le prove d’esame, di misure compensative (ad es. tempo aggiuntivo, mappe concettuali, modifiche nella modalità scritta/orale), seguendo la procedura indicata nelle linee guida (p. 5) pubblicate qui. In ogni caso, per ulteriori informazioni, è possibile contattare la docente referente del Dipartimento all’indirizzo: Isa.Fanlo@unige.it

     

     

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Particolare cura verrà dedicata ad accertare:a) la capacità di elaborazione critica e logica delle nozioni apprese; b) il rigore terminologico e il sicuro dominio del linguaggio tecnico giuridico

     

    ALTRE INFORMAZIONI

    Attività di supporto Sarà attivato un forum online per l'attività di tutoraggio e lo svolgimento di esercitazioni.