Salta al contenuto principale
CODICE 68648
ANNO ACCADEMICO 2024/2025
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/45
LINGUA Italiano
SEDE
  • GE SAN MARTINO
  • GE GALLIERA
  • GE ASL 3
  • CHIAVARI
  • IMPERIA
  • SAVONA
  • LA SPEZIA
PROPEDEUTICITA
Propedeuticità in ingresso
Per sostenere l'esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
Propedeuticità in uscita
Questo insegnamento è propedeutico per gli insegnamenti:
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • PATOLOGIA GENERALE E ANATOMIA PATOLOGICA 67943
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • MEDICINA E CHIRURGIA GENERALI, FARMACOLOGIA 67956
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • INFERMIERISTICA CLINICA NEL PERCORSO DEL PAZIENTE IN AMBITO CHIRURGICO 67982
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • INFERMIERISTICA CLINICA IN AREA MATERNO INFANTILE 67998
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • INFERMIERISTICA CLINICA NELLA CRONICITÀ E NELLA DISABILITÀ FISICA E PSICHICA 68033
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • PRINCIPI DI MANAGEMENT SANITARIO E MEDICINA LEGALE 65554
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • TIROCINIO II ANNO 68649
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • TIROCINIO III ANNO 68650
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • INFERMIERISTICA NELLA RICERCA 84036
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • INFERMIERISTICA PER PROBLEMI PRIORITARI DI SALUTE 84034
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • SCIENZE DELLA SALUTE ED EVOLUZIONE DEL PRENDERSI CURA 84033
  • INFERMIERISTICA 9276 (coorte 2024/2025)
  • INFERMIERISTICA CLINICA IN AREA CRITICA 68076
MODULI Questo insegnamento è composto da:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

Durante il tirocinio del primo anno lo studente deve essere in grado di relazionarsi con la persona, individuare i bisogni che stanno alla base dei processi fisiologici, rispondere ai bisogni utilizzando metodologie scientifiche e best practice, in collaborazione con l’equipe  multiprofessionale e multidisciplinare.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Osservazione e analisi della persona con problemi di: • Immobilità: mobilizzazione, cure igieniche, prevenzione delle lesioni secondarie da decubito/contatto • Lesioni da decubito: le dimensioni del problema, fattori locali e sistemici favorenti l’insorgenza, la determinazione dei pazienti a rischio: scale di Norton, Norton plus, Knoll. Stadiazione delle lesioni: classificazione N.P.U.A.P, classificazione SHEA; valutazione della lesione: superficie di estensione, profondità, volume. Trattamento delle lesioni da decubito • Alterazioni cardiocircolatorie (pressione arteriosa, polso, respiro) • Termoregolazione il processo di termoregolazione, alterazioni della T.C., curva termica, assistenza infermieristica alla persona con febbre • Alterazioni della diuresi e della minzione. Assistenza alla persona con catetere vescicale • Alterazione della funzione intestinale: fattori condizionanti l'eliminazione fecale, caratteri delle feci, disturbi dell’alvo (stipsi-diarrea). • Alimentazione: fattori che incidono sul soddisfacimento del bisogno di alimentazione/idratazione, valutazione dello stato nutrizionale, rilevazione peso e altezza,monitoraggio del bilancio idro-elettrolitico. L’alimentazione in ospedale: preparazione dell’ambiente, dell’operatore, della persona. Nutrizione artificiale (cenni). Emesi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

  • Relazionarsi con la persona assistita
  • Osservare la persona e l’ambiente
  • Assistere la persona nel rispetto delle norme etiche e deontologiche
  • Predisporre un piano di assistenza individualizzato sulla base delle conoscenze scientifiche apprese durante il percorso teorico
  • Individuare le priorità assistenziali
  • Essere responsabile dell’assistenza della persona
  • Interagire e cooperare con le figure dell’equipe assistenziale
  • Attuare le procedure scientifiche relative al bisogno di : mobilizzazione, igiene personale, alimentazione, eliminazione, comunicazione e sicurezza nel rispetto delle evidenze scientifiche
  • Attuare le procedure di prevenzione relative alle infezioni correlate all’assistenza (ICA)
  • Attuare le procedure di prevenzione e sicurezza relative al rischio professionale

PREREQUISITI

Conoscere i bisogni fondamentali della persona nei vari contesti socio-assistenziali ed educativi.

MODALITA' DIDATTICHE

Fase propedeutica  al tirocinio: 

  • Attività di laboratorio con simulazioni in ambiente protetto
  • Creazioni di check list per l’apprendimento delle competenze gestuali  e griglie di osservazione per l’apprendimento delle competenze relazionali  
  • Elaborazione di un portfolio relativo agli obiettivi del I anno di corso

Fase di  apprendimento clinico guidato

  • Applicazione sulla persona degli strumenti condivisi
  • Riflessioni e momenti di approfondimento del tirocinio clinico attraverso mandati, momenti di briefing e de briefing, diario esperenziale
  • Sessione di ragionamento clinico guidato
  • Valutazione in itinere dei percorsi formativi

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Gestire  la relazione  alla persona nei momenti  dell’accoglienza, della degenza e della dimissione
  • Osservare la persona come sistema di interazione con l’ambiente
  • Cogliere e osservare i cambiamenti relativi alla persona degente
  • Assicurare e tutelare la riservatezza, la privacy
  • Adottare norme di sicurezza nei confronti dell’operatore e del paziente
  • Assistere la persona nelle varie fasi della vita
  • Informare e coinvolgere la persona
  • Eseguire l’anamnesi infermieristica
  • Individuare con la guida di tirocinio le fasi di pianificazione assistenziale e la documentazione in uso (cartella infermieristica, schede di valutazione rischi)
  • Eseguire una raccolta dati esaustiva
  • Identificare i problemi e le diagnosi infermieristiche delle persone assistite stabilendo gli obiettivi e le priorità assistenziali
  • Attuare gli interventi preposti sulla base delle evidenze scientifiche
  • Valutare il processo infermieristico con il supporto della guida di tirocinio
  • Riconoscere il ruolo di ciascun membro dell’equipe
  • Mobilizzare la persona, utilizzare  ausili, prevenire e trattare le  lesioni da decubito (LDD) e altri danni da immobilità
  • Praticare cure igieniche totali e parziali relative ai distretti corporei
  • Rilevare il peso corporeo, assistere ed educare la persona nel momento del pasto, assistere la persona con emesi
  • Posizionare e gestire sondino naso gastrico
  • Rilevare le caratteristiche fisiologiche delle urine e feci, controllare e rilevare  la diuresi utilizzare i presidi per l’eliminazione, raccogliere  campioni di urine e feci per esami diagnostici, gestire il cateterismo vescicale
  • Rilevare i parametri vitali compreso il dolore
  • Attuare e registrare la presa in carico del paziente, utilizzando  gli strumenti informativi quali cartella infermieristica e  schede informatiche.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Linee Guida Ministeriali
  • P. Benner et all “Formazione Infermieristica” a cura di L. Sasso ,A. Bagnasco, Edra Editore,Milano 2015
  • Lynda J. Carpenito-Moyet “Manuale tascabile delle diagnosi infermieristiche” Casa editrice Ambrosiana 2006
  • Lynda J. Carpenito : “Diagnosi Infermieristiche: applicazione alla pratica clinica” ” Casa editrice Ambrosiana 2015
  • P. Lynn “un approccio al processo del nursing” Piccin 2015
  • P. Lynn : “Manuale di tecniche e procedure infermieristiche di Taylor. Un approccio al processo del nursing” Piccin 2015
  • Brunner Suddarth “ Infermieristica medico chirurgica vol.1 e 2” Casa editrice Ambrosiana 2017

LEZIONI

Orari delle lezioni

L'orario di questo insegnamento è consultabile all'indirizzo: Portale EasyAcademy

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Esame OSCE (Objective Structured Clinical Examination)

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

OSCE : valutazioni delle competenze cognitive, gestuali e relazionali in base all’utilizzo di check list e griglie di osservazione pertinenti agli obiettivi di tirocinio

Valutazione: media ponderata tra le schede di valutazione dell’attività clinica e OSCE

ALTRE INFORMAZIONI

Si invitano caldamente gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di contattare la docente all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e d’esame che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti compensativi. 

Gli studenti con DSA o con altri bisogni educativi speciali regolarmente certificati potranno concordare con il docente la modalità scritta o orale, contattando la docente almeno 10 giorni prima dell'esame. Potranno usufruire inoltre del 30% di tempo aggiuntivo.