Salta al contenuto principale

Panoramica

Informazioni 2024/2025

Tipologia CORSO DI LAUREA TRIENNALE (N.O.)
Durata 3 anni
CFU 180
Classe L/SNT2
Classe delle lauree in professioni sanitarie della riabilitazione
Accesso Test d'ingresso
Posti disponibili Studenti EU 25
Studenti non-EU 1
Sedi GENOVA
Lingua Italiano
Modalità didattica Frontale
Coordinatore GIANLUCA SERAFINI
Dipartimento DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE, RIABILITAZIONE, OFTALMOLOGIA, GENETICA E SCIENZE MATERNO-INFANTILI
Costi Da 0 a 3000 euro all'anno. Scopri se hai diritto a borse ed esenzioni
Esperienze all'estero Sedi internazionali e partner
Contatti Per saperne di più sul Corso visita la sezione dedicata
Documenti

Bando di ammissione

Il corso in breve

Presentazione

La formazione verte su funzioni psichiche, fenomeni psicopatologici nelle diverse fasce d’età, basi psichiatriche, interventi e tecniche cognitivo-comportamentali della riabilitazione psichiatrica, con integrazione dei diversi paradigmi teorici di riferimento nella pratica riabilitativa. Il corso è organizzato a semestri, con lezioni frontali e non, tirocini e laboratori e la frequenza è obbligatoria.

Imparare facendo

I tirocini si svolgono in sedi universitarie o convenzionate del Servizio Sanitario Nazionale, in sedi del privato accreditato presso strutture semi-residenziali o residenziali, come centri di salute mentale, centri diurni, reparti ospedalieri, comunità terapeutiche.

Nel triennio lo studente può sperimentare la realtà di almeno cinque diverse sedi a fianco di utenti e professionisti.

Sbocchi professionali

Strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale, presso sedi come Dipartimenti di Salute Mentale e Dipendenze, REMS, Servizi neuropsichiatrici infantili e per adolescenti, Servizi psicogeriatrici, strutture private. I laureati possono operare in ambito riabilitativo o preventivo e possono concorrere a formazione e ricerca.

Cosa imparerai

progettazione

pianificare e attuare progetti terapeutico-riabilitativi individuali

Evidence Based Practice (EBP) e EBMedicine (EBM)

considerare livelli di evidenza, linee guida ecc. riconosciuti dalla comunità scientifica

la forza del gruppo e la tecnica

condurre interventi riabilitativi di gruppo, con competenze relative a saperi, skills, saper essere

lavoro in équipe

collaborare in équipe interdisciplinari

comunicazione e relazione

gestire le dinamiche relazionali: empatia, competenza, ascolto attivo e comunicazione assertiva

autonomia e responsabilità

professionale, decisionale, operativa e gestionale

acquisizione della tecnica

tecniche e strategie riabilitative secondo il paradigma cognitivo-comportamentale

attenzione al singolo, alla famiglia, al contesto sociale

contro lo stigma, per la qualità della vita

etica e deontologia

garanzia di un'azione volta al benessere della persona

Sapevi che...

I nostri laureati trovano occupazione entro un anno dalla laurea (dati Almalaurea)

Il numero chiuso consente di studiare, conoscersi e fare esperienza a stretto contatto di studenti e docenti

Potrai sempre contare sull'opportunità di colloqui individuali, ascoltarti per noi è importante!

Contenuti

Il continuum tra prevenzione, cura e riabilitazione

La riabilitazione psichiatrica si fonda sui principi del trattamento integrato per la persona in un continuum tra prevenzione, cura e riabilitazione. Al primo anno il corso insegna i fondamenti della disciplina professionale, nei due anni successivi si focalizza sull'approfondimento clinico e specialistico, le competenze professionali riabilitative e la graduale assunzione di responsabilità.

Imparerai a:

  • valutare bisogni-risorse, fattori di rischio e protettivi, disabilità psichica, ripercussioni sul funzionamento psicosociale connessi al decorso psicopatologico nelle diverse età della vita
  • eseguire nel trattamento psicosociale la valutazione funzionale, sintomatologica, cognitiva
  • progettare e attuare interventi abilitativi/riabilitativi 
  • realizzare interventi strutturati, ad es. psicoeducativi e di rimedio cognitivo
  • operare in ambito preventivo
  • stabilire e mantenere relazioni di aiuto, applicando i fondamenti delle dinamiche relazionali
  • sostenere processi di ripresa ed empowerment
  • integrare conoscenze, abilità, attitudini per erogare interventi riabilitativi efficaci, basati sulle evidenze
  • applicare i risultati della ricerca in campo riabilitativo
  • assumere decisioni con un approccio scientifico di risoluzione dei problemi e capacità critica
  • agire coerentemente con i principi etici e deontologici.

Coordinatore

Image
Gianluca Serafini

Benvenuta/o nel Corso di laurea in Tecnica della riabilitazione psichiatrica! La nostra comunità crede fortemente nell'accoglienza del singolo e del gruppo e all'accoglienza dedica attività specifiche oltre che il lavoro quotidiano a fianco degli studenti.

Gianluca Serafini

Dove siamo

Ufficio coordinamento
Ospedale Policlinico San Martino
Clinica Psichiatrica
Largo Rosanna Benzi, 10
16132 Genova

Direttore della Didattica Professionale
Dott.ssa Annapaola Mazza
annapaola.mazza@edu.unige.it

Segreteria Didattica
Clinica Neurologica
Largo P. Daneo, 3
didatticadinogmi@unige.it

 

FAQ

1) Che lavoro svolge un laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP)?
Il 29 marzo del 2001, con il Decreto del Ministero della Sanità n°182, è stata individuata la figura professionale del Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP). Il Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica è l'operatore sanitario che, in possesso del diploma universitario abilitante, svolge, nell'ambito di un progetto terapeutico elaborato da un'equipe multidisciplinare, interventi riabilitativi ed educativi su soggetti con disabilità psichica. In particolare: 1) collabora alla valutazione della disabilità psichica e delle potenzialità del soggetto, analizza bisogni e istanze evolutive e rileva le risorse del contesto familiare e socio-ambientale; 2) collabora all'identificazione degli obiettivi formativo-terapeutici e di riabilitazione psichiatrica nonché alla formulazione dello specifico programma di intervento mirato al recupero e allo sviluppo del soggetto in trattamento; 3) attua interventi volti all'abilitazione/riabilitazione dei soggetti alla cura di sé e alle relazioni interpersonali di varia complessità nonché, ove possibile, ad un’attività lavorativa. A tal fine, opera nel contesto della prevenzione primaria sul territorio, sulle famiglie e sul contesto sociale dei soggetti, allo scopo di favorirne il reinserimento nella comunità. A tali competenze vanno aggiunte quelle che emergono dalla pratica clinica: effettuare valutazioni della sfera cognitiva ed utilizzare tecniche di riabilitazione neurocognitiva per patologie non strettamente psichiatriche (demenze); attuare interventi riabilitativi in ambito della neuropsichiatria infantile; attuare strategie di counseling e di case management.
 
2) Che cosa non fa un laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP)?
Il Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica non fa diagnosi medica e non prescrive farmaci e non si occupa di intrattenimento o di attività ricreative. In particolare, tutto quello che non è previsto dal Decreto Ministeriale n°182 del 29 marzo 2001.
 
3) Che tipo di motivazioni ha chi sceglie di laurearsi in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP)?
Le motivazioni che spingono una persona a scegliere di laurearsi in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica possono essere diverse e possono includere: 1) la volontà di aiutare le persone che soffrono di problemi di salute mentale; 2) l’interesse alla salute mentale in generale e il desiderio di approfondire la conoscenza delle malattie psichiatriche e dei disturbi del comportamento; 3) una predisposizione per la scienza e la clinica.
 
4) Dove posso trovare lavoro con una Laurea in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP)?
Il Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica può lavorare in: 1) strutture ospedaliere come i Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura (SPDC); 2) altre strutture ospedaliere che hanno bisogno di assistere pazienti con disturbi psichici; 3) centri di salute mentale che offrono servizi di diagnosi e cura per pazienti con disturbi mentali; 4) comunità terapeutiche ovvero strutture residenziali che offrono supporto e cura ai pazienti con disturbi psichici; 5) centri diurni che offrono supporto e attività ai pazienti con disturbi mentali che vivono a casa propria: 6) associazioni e organizzazioni non profit che si occupano di salute mentale; 7) studi professionali.
 
5) Con che tipologie di utenti lavora un laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP)?
Un laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica lavora principalmente con soggetti che soffrono di disturbi psichiatrici e mentali ma anche con famiglie e contesto e in ambito preventivo. Questi soggetti possono avere una vasta gamma di problemi di salute mentale, come disturbi dell’umore, disturbi della personalità, psicosi, disturbi alimentari e dipendenze.
 
6) In quali enti pubblici può lavorare un laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP)?

Il Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica trova la sua collocazione in strutture complesse che si occupano di salute mentale e di dipendenze, nei centri di riabilitazione dei servizi ospedalieri e territoriali.
 
7) Quali sbocchi ha un laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP)?
Il Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica può trovare lavoro in strutture private convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale, cooperative di servizi, organizzazioni non governative (ONG), servizi di prevenzione privati. Inoltre, la normativa in vigore consente lo svolgimento dell’attività libero professionale in studi professionali individuali o associati.
 
8) A quali studi di perfezionamento può accedere un laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP)?
Una volta conseguita la Laurea in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica, è possibile perfezionare la propria formazione mediante Master di primo livello oppure proseguire gli studi frequentando il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie, che mira a sviluppare competenze trasversali nelle aree della ricerca, della formazione e del management. Dopo aver conseguito la Laurea Magistrale è possibile accedere a Master di secondo livello e a corsi di Dottorato di Ricerca.
 
9) Quante possibilità di trovare lavoro ha un laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP)?
I laureati in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica hanno alte probabilità di trovare lavoro dopo la Laurea, la situazione è oggettivamente migliorata negli ultimi 5 anni. Dalle analisi degli ultimi anni la percentuale di laureati che ha trovato lavoro entro un anno dalla Laurea è sempre superiore al 95%.
 
10) Quali possibilità di carriera ha un laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica (TeRP)?
Per i laureati in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica, il percorso di carriera si evolve attraverso la specializzazione tramite Master, che ampliano le competenze professionali senza però garantire un avanzamento di ruolo o retributivo. Una via per progredire verticalmente nella carriera è il ruolo di Coordinatore dei servizi sanitari, che richiede la partecipazione ad un concorso e il conseguimento del Master in Coordinamento come requisiti previsti dalla normativa del pubblico impiego. Un'ulteriore opportunità di avanzamento verticale è rappresentata dai ruoli dirigenziali, per i quali è richiesta la Laurea Magistrale.

 

Per saperne di più

Segreteria Didattica DINOGMI
Clinica Neurologica, L.go P. Daneo 3
didatticadinogmi@unige.it
tel. 010 353 7090/7035