Salta al contenuto principale della pagina

LEGISLAZIONE PER I BENI CULTURALI

CODICE 53076
ANNO ACCADEMICO 2016/2017
CFU 6 cfu al 3° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1) GENOVA

6 cfu al 2° anno di 9265 LINGUE E LETTERATURE MODERNE PER I SERVIZI CULTURALI (LM-37) GENOVA

6 cfu al 2° anno di 9265 LINGUE E LETTERATURE MODERNE PER I SERVIZI CULTURALI (LM-38) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE IUS/10
LINGUA Italiano
SEDE GENOVA (CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI )
PERIODO 2° Semestre

PRESENTAZIONE

La materia di Legislazione dei beni culturali tende a forninre una preparazione giuridica fondamentale idoena a comprendere le tematiche del diritto speciale dei beni culturali oggetto di approfondimento.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'insegnamento di “Legislazione dei beni culturali” si pone l'obiettivo di fornire agli studenti un quadro complessivo della disciplina dei beni culturali e paesaggistici così come contenuta nel D.Lgs. n.42/2004 e ss.mm.ii. Fornirà altresì i necessari presupposti per inquadrare la disciplina anche in chiave diacronica con aperture comparatistiche ed al diritto internazionale e comunitario.

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali con due saggetti scritti per i frequentanti.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

COFRANCESCO G., Principi di diritto pubblico, Giuffré, ult. ed.

COFRANCESCO G., Legislazione dei beni culturali, Ecig.

COFRANCESCO G.-FRULIO P., La difficile problematica del contesto, Ecig, ult. ed.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

GIOVANNI COFRANCESCO (Presidente)

GIORGIO BOBBIO

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali con due saggetti scritti per i frequentanti.

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Orale.

Due saggetti scritti per i frequentanti.