Salta al contenuto principale
CODICE 65155
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE M-FIL/04
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 2° Semestre
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

PRESENTAZIONE

L'insegnamento introduce l’estetica come disciplina filosofica e i suoi temi principali. Si studiano i giudizi estetici come giudizi valutativi e li si confrotano sia con i giudizi descrittivi sia con altri giudizi valutativi, in particolar modo quelli morali. Si considerano teatro e cinema come caso di studio. Con la lettura guidata di articoli o capitoli di libri si crea la consapevolezza dei dibattiti che caratterizzano l’estetica contemporanea. Si propone di rispondere alle esigenze degli studenti dei diversi CdS per i quali l’estetica è parte integrante della formazione complessiva.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire una panoramica delle questioni fondamentali dell’estetica. Oltre a un’introduzione di carattere storico generale, costituiscono pertanto oggetto di interesse il problema dello statuto ontologico dell’oggetto artistico e il ruolo del destinatario nella costruzione del suo significato. Avviare alla lettura di uno o più classici del pensiero in relazione ai problemi oggetto della ricerca disciplinare.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Ci si attende che, alla fine della loro frequenza, gli studenti siano in grado di avvalersi del concetto di estetica e delle nozioni a questo connesse. Dagli studenti delle Scuole di Scienze Umanistiche e di Scienze Sociali che hanno inserito la disciplina nel loro piano degli studi per 6 CFU, e dagli studenti della Scuola Politecnica che hanno inserito la disciplina nel loro piano degli studi per 8 CFU, ci si attende inoltre che siano in grado di applicare questo apparato concettuale ai loro ambiti specifici. Nella seconda parte dell’insegnamento, riservata agli studenti che hanno inserito la disciplina nel loro piano degli studi per 9 CFU, ci si concentra sulla lettura e la discussione di alcuni articoli o capitoli di libri, allo scopo di familiarizzare gli studenti con i dibattiti dell’estetica contemporanea, e di educarli alla discussione critica delle tesi e degli argomenti proposti dai filosofi che partecipano a tali dibattiti.

I risultati di apprendimento attesi sono i seguenti:

1) Essere in grado di fornire una caratterizzazione appropriata dell’estetica come disciplina filosofica e dell’importanza della dimensione estetica nell’esistenza umana.

2) Avere dimestichezza con nozioni fondamentali della disciplina.

3) Mettere in relazione giudizio estetico e giudizio morale.

4) Comprendere il cinema come forma d'arte.

5) Comprendere il teatro come forma d'arte.

6) Leggere criticamente testi afferenti a dibattiti dell’estetica contemporanea, individuandone tesi e argomenti.

 

PREREQUISITI

Sebbene l’insegnamento sia tenuto in italiano, è richiesta la comprensione di testi in lingua inglese.

MODALITA' DIDATTICHE

INSEGNAMENTO IN PRESENZA

L’insegnamento è costituito da 60 ore di lezione frontale (40 per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 6 o 8 CFU), con ricorso sistematico a momenti di discussione corale e di verifica dell’apprendimento. Per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 9 CFU sono previste attività di lettura seminariale.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma per gli studenti che che utilizzano l’insegnamento per 6 o 8 CFU:

– L’estetica nel quadro della filosofia

– La centralità della dimensione estetica dell’esistenza umana

– Le nozioni fondamentali dell’estetica

– Valori estetici e valori morali

– Il cinema come forma d'arte

– Il teatro come forma d'arte

 

Voci di programma aggiuntive per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 9 CFU:

– Modalità di scrittura e pubblicazione nell’estetica contemporanea

– I principali dibattiti nell’estetica contemporanea

– L’argomentazione nell’estetica contemporanea

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 6 CFU:

PINOTTI ANDREA (a cura di), Il primo libro di estetica, Einaudi

DE CARO MARIO & TERRONE ENRICO, I valori al cinema: una prospettiva etico-estetica, Mondadori (in corso di stampa)

Testo aggiuntivo per i non frequentanti: NIETZSCHE FRIEDRICH, La nascita della tragedia, Adelphi

 

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 8 CFU (iscritti alla Scuola Politecnica, per i quali è richiesta la frequenza soltanto per 6 CFU):

PINOTTI ANDREA (a cura di), Il primo libro di estetica, Einaudi

DE CARO MARIO & TERRONE ENRICO, I valori al cinema: una prospettiva etico-estetica, Mondadori (in corso di stampa)

Testo aggiuntivo per i non frequentanti: NIETZSCHE FRIEDRICH, La nascita della tragedia, Adelphi

 

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 9 CFU:

PINOTTI ANDREA (a cura di), Il primo libro di estetica, Einaudi

DE CARO MARIO & TERRONE ENRICO, I valori al cinema: una prospettiva etico-estetica, Mondadori (in corso di stampa)

JAEGER WERNER, Paideia, Bompiani (Libro secondo: Apogeo e crisi dello spirito attico)

Testo aggiuntivo per i non frequentanti: NIETZSCHE FRIEDRICH, La nascita della tragedia, Adelphi

Le indicazioni bibliografiche sui testi integrativi verranno fornite nel corso delle lezioni. Alcuni fra i testi integrativi saranno resi disponibili alla pagina della disciplina in Aulaweb.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

ENRICO TERRONE (Presidente)

MARIA SILVIA VACCAREZZA

FEDERICO ZUOLO (Supplente)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

14 febbraio 2023

Orari delle lezioni

ESTETICA

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

L’esame verte tanto sui contenuti presentati e discussi a lezione quanto sui contenuti dei testi di riferimento.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Nel corso delle lezioni viene incentivata e valorizzata la partecipazione attiva degli studenti mediante la discussione su singoli punti del programma. Durante la verifica finale vengono valutati il livello di comprensione, la capacità di esposizione, la padronanza dei concetti, nonché la disposizione all’analisi critica di tesi e argomenti filosofici, e la propensione alla loro costruzione. Viene valutata “sufficiente” la prova dello studente che abbia compreso le nozioni e le questioni basilari della disciplina e le esponga in modo chiaro e coerente, ma limitandosi alle loro linee essenziali. Viene valutata “buona” la prova dello studente che padroneggi le nozioni e le questioni basilari della disciplina e mostri di saperle analizzare. Viene valutata “eccellente” la prova dello studente  che oltre a padroneggiare le nozioni e le questioni basilari della disciplina, e a mostrare di saperle analizzare, si dimostra anche incline anche alla costruzione di tesi e argomenti di proprio pugno.

Calendario appelli

Dati Ora Luogo Tipologia Note
17/01/2023 09:00 GENOVA Orale
31/01/2023 09:00 GENOVA Orale
12/05/2023 09:00 GENOVA Orale Appello riservato ai laureandi
23/05/2023 09:00 GENOVA Orale
08/06/2023 09:00 GENOVA Orale
21/06/2023 09:00 GENOVA Orale
05/09/2023 09:00 GENOVA Orale