Salta al contenuto principale della pagina

LINGUA POLACCA I

CODICE 55871
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 6 cfu al 1° anno di 9265 LINGUE E LETTERATURE MODERNE PER I SERVIZI CULTURALI(LM-38) - GENOVA
  • 6 cfu al 1° anno di 9265 LINGUE E LETTERATURE MODERNE PER I SERVIZI CULTURALI(LM-37) - GENOVA
  • 9 cfu al 1° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) - GENOVA
  • 6 cfu al 2° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) - GENOVA
  • 9 cfu al ° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) - GENOVA
  • 6 cfu al ° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-LIN/21
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO Annuale
    PROPEDEUTICITA
    Propedeuticità in uscita
    Questo insegnamento è propedeutico per gli insegnamenti:
    • LINGUE E CULTURE MODERNE 8740 (coorte 2021/2022)
    • POLACCO.LINGUAGGI SETTORIALI 65242
    • LINGUA POLACCA II 61295
    • LINGUE E CULTURE MODERNE 8740 (coorte 2022/2023)
    • LINGUA POLACCA II 61295
    • POLACCO.LINGUAGGI SETTORIALI 65242
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il corso è destinato ai principianti e presenta le nozioni di grammatica descrittiva di magiore utilità nella fase iniziale dello studio della lingua polacca, vi compresi elementi di fonetica (assimilazioni e alternanze), categorie morfologiche nominali (caso, numero, genere, grado) e verbali (tempo, persona, modo, aspetto) e elementi di sintassi.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Il corso è rivolto a principianti assoluti e ha l’obiettivo di permettere una rapida acquisizione delle fondamentali strutture morfosintattiche, funzionali, lessicali e pragmatiche della lingua polacca, nonché favorire lo sviluppo della competenza comunicativa in situazioni di vita quotidiana. Il corso mira a una preparazione linguistica che, relativamente alla competenza comunicativa, raggiunga il livello A1 (elementare), onde consentire allo studente di capire e di muoversi in situazioni che richiedono un uso prettamente pratico della lingua. Il tipo di approccio previsto è quello comunicativo, con particolare attenzione allo sviluppo sincronico delle quattro abilità di base: comprensione orale e scritta ed espressione orale e scritta.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Al termine del corso lo studente dovrebbe acquisire tutte le abilità previste dal QCER (Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue) al livello A1. Gli studenti dovrebbero essere in grado di produrre, comprendere e pronunciare correttamente semplici frasi in lingua polacca su argomenti di carattere quotidiano.

     

    PREREQUISITI

    Il corso è rivolto soprattutto agli studenti italiani e/o stranieri, principianti assoluti di polacco, ma può essere destinato anche agli altri studenti (es. di madrelingua polacca). Regolamento degli studi permettendo, il corso può essere inserito nel Piano di Studi anche come 3a lingua (a scelta libera o attività altre) da 6 CFU.

    Gli altri studenti interessati  dovranno rivolgersi al docente per concordare un eventuale programma adattato alle loro esigenze formative.

    MODALITA' DIDATTICHE

    IL MODULO TEORICO: 30 ore di lezioni frontali teoriche nel I semestre - previsto per gli studenti che scelgono il corso per 9 CFU

    IL LETTORATO: 80 ore di esercitazioni linguistiche (40 nel I semestre e 40 nel II semestre) - per gli studenti che scelgono il corso per 6 e 9 CFU

     Salvo diverse indicazioni dovute all’evoluzione della situazione sanitaria, il corso si svolgerà in modalità tradizionale (presenziale).

     

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Il corso è destinato ai principianti e presenta le nozioni di grammatica descrittiva di magiore utilità nella fase iniziale dello studio della lingua polacca, vi compresi elementi di fonetica, fonologia, categorie morfologiche nominali (caso, numero, genere) e verbali (persona, tempo aspetto), oltre alle nozioni base della sintassi. Grazie all’uso dell’approccio comunicativo fin dall’inizio del corso è posta particolare attenzione all’interazione nella lingua polacca nelle basilari situazioni comunicative di vita quotidiana dello studente. Tutti i nuovi argomenti grammaticali sono inseriti nel contesto comunicativo della lezione.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    • M.Foland-Kugler, Grammatica essenziale della lingua polacca, Warszawa 2006.
    • J. Machowska, Gramatyka? Dlaczego nie?, Universitas, Kraków 2010.
    • M. Małolepsza, A. Szymkiewicz, Hurra! Po polsku 1, Prolog, Kraków 2017.
    • L. Marinelli, A. Stryjecka, Il corso di lingua polacca, Hoepli, Milano 2018.
    • I. Stempek, A.Szymkiewicz, Polski krok po kroku 1, Glossa, Kraków 2008.

    Materiale didattico supplementare (schede grammaticali, esercizi, vari testi, filmati, canzoni, ecc.) sarà fornito dalla docente in corso delle lezioni e/o indicato sulla piattaforma Aulaweb.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    KAROLINA KOWALCZE (Presidente)

    LAURA QUERCIOLI

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    inizio I semestre: 3 ottobre

    L'orario sarà disponibile su Easyacademy dell'università. Per avere la conferma dell'orario delle lezioni si prega di consultare all’inizio del I semestre la pagina personale della dott.ssa Karolina Kowalcze o di contattarla via mail: karolina.kowalcze@unige.it.

     

    Orari delle lezioni

    LINGUA POLACCA I

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    L'esame consiste in una prova scritta per il modulo teorico (per il solo insegnamento da 9 CFU) e in una prova scritta e una prova orale per le esercitazioni linguistiche. In ognuna delle tre sessioni di esami sono previsti un appello scritto e due appelli orali.


    La prova scritta relativa al modulo teorico consiste in un breve test sugli argomenti teorici e grammatici trattati durante l'anno.


    La prova scritta relativa alle esercitazioni linguistiche consiste in un dettato, una breve composizione in lingua polacca, vari esercizi di ascolto e un test grammaticale, organizzato in una serie di esercizi differenti, sugli argomenti trattati durante l'anno. Il superamento della prova scritta costituisce prerequisito di accesso alla prova orale. 

    La prova orale relativa alle esercitazioni linguistiche consiste in una breve conversazione in lingua polacca sugli argomenti trattati durante l'anno e a come scopo quello di verificare le competenze grammaticali e comunicative acquisiste dagli studenti nel corso di tutto l’anno.

     

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Durante l'anno accademico sono previste 3-4  prove intermedie ('in itinere') scritte che hanno come scopo quello di fornire un'adeguata preparazione alla prova di fine anno.

    L'esame finale del corso è volto a verificare l'effettiva acquisizione delle quattro abilità linguistiche al livello richiesto dagli obiettivi formativi del corso,  nonché delle competenze metalinguistiche e traduttive sviluppate dallo studente durante le lezioni.

    Il voto finale del corso viene calcolato sulla base della media dei voti parziali ottenuti: 1) dalle prove intermedie 'in itinere', 2) l’esame scritto del lettorato, 3) l’esame orale del lettorato, 4) l’esame scritto del modulo teorico (per chi fa il corso da 9CFU).

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note
    24/01/2023 10:00 GENOVA Scritto aula B
    27/01/2023 14:00 GENOVA Orale aula H
    09/02/2023 09:00 GENOVA Orale aula H
    30/05/2023 10:00 GENOVA Scritto aula Magna
    15/06/2023 09:00 GENOVA Orale
    30/06/2023 09:00 GENOVA Orale aula H
    12/09/2023 10:00 GENOVA Scritto aula IV Balbi 5
    14/09/2023 09:00 GENOVA Orale aula H
    28/09/2023 14:00 GENOVA Orale aula H

    ALTRE INFORMAZIONI

    La frequenza è caldamente consigliata.

    Gli studenti non frequentanti possono dare l’esame finale del corso, ma sono invitati a contattare la docente all’inizio dell’anno accademico per concordare un eventuale programma adattato alle loro esigenze formative e competenze linguistiche in lingua polacca.

    Gli studenti cui siano stati certificati disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), come dislessia o disgrafia, sono invitati a prendere contatto con la docente, oltre che a usufruire dei diversi servizi (uffici preposti, referenti di area, tutor dedicati) previsti per accompagnarli nel percorso universitario.