Salta al contenuto principale
CODICE 67695
ANNO ACCADEMICO 2023/2024
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE BIO/16
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
  • GE SAN MARTINO
  • GE GALLIERA
  • GE ASL 3
  • CHIAVARI
  • LA SPEZIA
  • SAVONA
  • IMPERIA
PERIODO 1° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

Introduzione all’organizzazione anatomica del corpo umano: aspetti topografici e caratteristiche morfologiche essenziali dei diversi organi.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) 

L’insegnamento si pone l’obiettivo di:

  • fornire agli studenti le nozioni base in materia di organizzazione anatomica, topografia e struttura degli organi del corpo umano, che costituiscono la premessa alle successive discipline scientifiche.
  • far acquisire agli studenti la conoscenza di vascolarizzazione arteriosa, venosa e linfatica del corpo.
  • far acquisire agli studenti la conoscenza del sistema nervoso centrale, periferico e gli organi di senso.
  • fornire agli studenti una generale comprensione del corpo umano e del suo funzionamento.
  • sviluppare negli studenti la capacità di utilizzare le competenze acquisite nell’attività pratica.

 

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI: 

Al termine dell’insegnamento, lo studente sarà in grado di:

  • Conoscere l’organizzazione anatomica, la topografia e la struttura degli organi del corpo umano.
  • Riconoscere le varie regioni del corpo umano.
  • Applicare le conoscenze acquisite nella pratica infermieristica (es. punti di repere e prelievo sangue)
  • Distinguere i punti di repere principali del corpo.
  • Descrivere analiticamente l’organizzazione di ogni organo e i suoi rapporti.
  • Iniziare ad interpretare sintomi e/o patologie, referti, utilizzando le basi anatomiche.

PREREQUISITI

Concetti base di biologia umana e terminologia anatomica di base. Capacità di organizzazione dello studio con approfondimento e sintesi. Buona conoscenza della lingua italiana per una corretta comprensione ed esposizione degli argomenti trattati.

MODALITA' DIDATTICHE

Lezione frontale

PROGRAMMA/CONTENUTO

Anatomia generale

  • Terminologia anatomica: termini di posizione e di movimento.
  • Principali linee superficiali di riferimento: clavicolare, emiclaveare, basisternale, sottocostale, bisiliaca, xifopubica, spondiloidea.
  • Divisione del corpo in regioni e loro delimitazione superficiale; organizzazione generale degli organi cavi e pieni.

Argomenti di anatomia topografica

  • Organizzazione generale del collo.
  • Il mediastino: generalità e topografia degli organi mediastinici.
  • La cavità addominale: generalità; lo spazio retroperitoneale. Il peritoneo e organi peritoneali: spazio sovramesocolico, borsa omentale, spazio sottomesocolico.
  • Organizzazione della pelvi.
  • Il perineo: suddivisione e organizzazione; il perineo nel maschio e nella femmina.

Apparato locomotore

  • Generalità sulle ossa. Scheletro assile: ossa del cranio, colonna vertebrale, gabbia toracica, bacino.
  • Scheletro appendicolare: generalità.
  • Generalità sulle articolazioni. Articolazioni di colonna vertebrale, spalla, anca, ginocchio.
  • Generalità sui muscoli. Nozioni sui seguenti muscoli: mm. masticatori, m. deltoide, m. trapezio, mm. scaleni, mm. Intercostali esterni ed esterni, m. trasverso del torace, m. diaframma, m. trasverso dell’addome, mm. obliqui esterni ed interni dell’addome, m. retto dell’addome, m. quadricipite femorale, mm. glutei.

Apparato cardiovascolare

  • Il cuore. Il pericardio.
  • Generalità sulla grande e piccola circolazione.
  • Le principali arterie: aorta e i suoi rami; nozioni sulla vascolarizzazione arteriosa della testa e degli arti.
  • Le principali vene: vv. cave, v. porta, sistema delle vene azigos; nozioni sulla vascolarizzazione venosa della testa e degli arti. Generalità sul sistema linfatico, le principali stazioni linfonodali (laterocervicali, sopraclaveari, ascellari, inguinali).
  • Topografia e morfologia degli organi linfoidi: timo, milza, linfonodi e tessuto linfoide associato alle mucose (MALT).

Apparato digerente

  • Topografia e morfologia dei seguenti organi: cavità buccale, istmo delle fauci, orofaringe, laringofaringe, esofago.
  • Topografia, morfologia e struttura di: stomaco, intestino tenue: duodeno, digiuno e ileo, intestino crasso: cieco, appendice, colon e retto.
  • Topografia, morfologia e cenni di struttura di fegato e pancreas.

Apparato respiratorio

  • Le vie respiratorie. Il naso esterno, le cavità nasali e i seni paranasali.
  • Topografia, morfologia e struttura dei seguenti organi: rinofaringe, laringe, trachea e grossi bronchi, polmoni, pleure.

Apparato urinario

  • Topografia, morfologia e struttura dei reni.
  • Topografia e morfologia delle vie escretrici urinarie. L’uretra maschile e femminile.

Apparato genitale maschile

  • Topografia, morfologia e struttura dei seguenti organi: testicolo, epididimo, vie spermatiche, prostata.

Apparato genitale femminile

  • Topografia, morfologia e struttura dei seguenti organi: ovaie, vie genitali. Il ciclo mestruale.

Apparato endocrino

  • Topografia, morfologia e struttura dei seguenti organi: ipofisi, epifisi, tiroide, paratiroidi, surreni, pancreas endocrino.

Apparato tegumentario

  • Generalità sulla cute e i suoi annessi. Generalità sulla mammella.

Neuroanatomia

  • Organizzazione generale del sistema nervoso. Le meningi e le cavità liquorali.
  • Il midollo spinale: configurazione esterna ed interna. Organizzazione della sostanza grigia e della sostanza bianca.
  • Il tronco encefalico: configurazione esterna ed interna. Principali nuclei del bulbo (nucleo gracile, nucleo cuneato, nucleo olivare inferiore), del ponte (nuclei propri del ponte) e del mesencefalo (nucleo rosso, sostanza nera). La lamina quadrigemina.
  • Il cervelletto: configurazione esterna ed interna. Nuclei e corteccia cerebellare. Il diencefalo: organizzazione del talamo, generalità su ipotalamo, subtalamo ed epitalamo.
  • Il telencefalo: configurazione esterna (scissure e circonvoluzioni, divisione in lobi). Struttura della corteccia telencefalica. Generalità sui nuclei telencefalici. Generalità sull’organizzazione della sostanza bianca. Suddivisione funzionale del telencefalo.
  • I sistemi afferenti. I recettori della sensibilità esterocettiva e propriocettiva. Le vie della sensibilità generale. I recettori della sensibilità specifica: apparato della vista, apparato dell’udito, gusto e olfatto. Vie della sensibilità specifica: vie ottiche (dirette e riflesse), cenni sulle vie acustiche e vestibolari.
  • I sistemi effettori. Vie del controllo motorio: via piramidale e cenni sulle vie non piramidali.
  • Sistema nervoso periferico. Generalità su: nervi, fibre, gangli. I plessi, nozioni sui plessi cervicale, brachiale, lombare, sacrale, pudendo e coccigeo. Generalità sull’innervazione del tronco. Generalità sui nervi cranici con particolare riferimento ai nervi: ottico, oculomotore, faciale, statoacustico, glossofaringeo e vago.
  • Sistema nervoso simpatico. Ortosimpatico. Parasimpatico.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • McKinley &O’Loughlin, Anatomia umana, Piccin
  • Tortora & Nielsen, Principi di Anatomia umana, CEA
  • Martini et al., Anatomia dell’uomo, EdiSES
  • Ambrosi et al., Anatomia dell’uomo,  edi-ermes

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

ROBERTA CASTRICONI (Presidente)

MARIELLA DELLA CHIESA (Presidente)

EMANUELA MARCENARO (Presidente)

SIMONA SIVORI (Presidente)

CATERINA VALETTI (Presidente)

DANIELA ZARCONE (Presidente)

ALESSANDRA DONDERO

DAVIDE BAGNARA (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

1 semestre

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile all'indirizzo EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

L'esame di anatomia umana prevede una prima selezione con un test in aula info linguistica (computer), il cui superamento da accesso ad una valutazione orale tramite riconoscimento di immagini anatomiche.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Con la modalità d’esame scelta è tesa a verificare la cnoscenza di tutti gli argomenti svolti a lezione e riportati nel programma. Capacità di concentrazione, di collegamento degli argomenti.

Utilizzando la modalità del test scritto è possibile ampliare il numero di domande e quindi avere una informazione più dettagliata e omogenea circa la preparazione dello studente. Il riconoscimento di immagini é volto a valutare la capacità di collegare le nozioni acquisite alle strutture anatomiche corrispondenti.

Calendario appelli

Dati Ora Luogo Tipologia Note
09/01/2024 09:00 GENOVA Scritto + Orale Informazioni sulla modalità d'esame sono pubblicate su Aulaweb
05/02/2024 09:00 GENOVA Scritto + Orale Informazioni sulla modalità d'esame sono pubblicate su Aulaweb
26/02/2024 09:00 GENOVA Scritto + Orale Informazioni sulla modalità d'esame sono pubblicate su Aulaweb
04/06/2024 09:00 GENOVA Scritto + Orale Informazioni sulla modalità d'esame sono pubblicate su Aulaweb
02/07/2024 09:00 GENOVA Scritto + Orale Informazioni sulla modalità d'esame sono pubblicate su Aulaweb
03/09/2024 09:00 GENOVA Scritto + Orale Informazioni sulla modalità d'esame sono pubblicate su Aulaweb