Biotecnologie
Corso di laurea

Il corso in breve

Presentazione

Lo scopo del corso è formare operatori scientifici con un solido bagaglio di conoscenze teoriche di base e con competenze altamente specifiche applicate ai vari settori delle Biotecnologie. Nel corso sono fornite nozioni di fisica, chimica, biologia molecolare e cellulare, con particolare enfasi ai fini applicativi e alla ideazione e realizzazione di nuove metodologie biotecnologiche.

Imparare facendo

Il corso ha una fortissima impronta pratica: i laboratori didattici caratterizzano molti insegnamenti e consentono di familiarizzare con le tecniche più importanti. Di enorme importanza è poi il tirocinio di laboratorio per la preparazione della tesi, obbligatoriamente sperimentale, che può essere svolto in laboratori universitari di elevatissima qualità, in centri di eccellenza quali l’Ospedale Policlinico San Martino, l’Istituto Italiano di Tecnologia e l’Istituto Giannina Gaslini o in aziende del settore.

Sbocchi professionali

Fra le professioni direttamente accessibili a chi non voglia proseguire il percorso della Laurea Magistrale (che rappresenta la scelta prevalente) vi è quella di tecnico di industria, di laboratorio biomedico in centri di rilevazione tossicologica/ambientale, in istituti/enti di ricerca. Altre professioni direttamente accessibili sono informatore scientifico e consulente nel settore della qualità ambientale, dell’igiene e dell’uso di prodotti biotecnologici.

Scheda

Tipologia
Corso di laurea
Durata e crediti
3
anni
180
CFU
Classe
L-2
BIOTECNOLOGIE
Ammissione
Test di ingresso locale
Posti disponibili
60
Studenti EU
4
Studenti non EU
Sede
Genova
Lingua
Italiano
Modalità di erogazione
tradizionale
Scadenze
23 ago
12:00
Termine iscrizione al test di ingresso
20 set
12:00
Termine immatricolazione per i vincitori
03 set
Data test di ingresso
Costi
Da 0 a 3000 euro all'anno. Scopri se hai diritto a borse e esenzioni
Sedi internazionali e partner
Per esperienze all'estero
Documenti utili
- Bando parte generale
- Bando
- Programma
Coordinatore
PAOLO MALATESTA
Vecchio sito
link

Cosa imparerai

  • Coltivare cellule di animali e piante

    Far crescere cellule in laboratorio

  • La reazione a catena della DNA polimerasi (PCR)

    Padroneggiare la reazione fondamentale della biologia molecolare

  • Immunologia

    I meccanismi della risposta dell'organismo ad agenti patogeni

  • Il funzionamento dei farmaci

    Ideare e validare nuove terapie

  • Costruire molecole di DNA ricombinante

    Modificare il genoma degli organismi viventi

  • Biotecnologie industriali

    Utilizzare e modificare microrganismi per scopi industriali

  • Procreazione medicalmente assistita

    Le tecniche per la fecondazione umana in vitro

  • Genetica

    Le basi dell'ereditarietà dei caratteri

  • Bioinformatica

    Analizzare computazionalmente enormi moli di dati biologici

Contenuti

Contenuti

Il Corso di Laurea Triennale in Biotecnologie è un percorso formativo di orientamento generale e multidisciplinare mirato a formare operatori scientifici con solide conoscenze teorico-pratiche di base e con competenze altamente specifiche applicate ai diversi settori delle Biotecnologie.

Nel corso degli studi saranno fornite nozioni di tipo fisico, chimico, biologico-molecolare, con particolare enfasi ai fini applicativi e all'implementazione di nuove metodologie biotecnologiche. Il corso fornirà una buona conoscenza dei meccanismi molecolari e cellulari di funzionamento dei sistemi biologici, rendendo i laureati in grado di applicare tecniche multidisciplinari per l'analisi, la modifica e l'utilizzo di cellule o loro componenti per la produzione di beni e servizi. Saranno anche considerati aspetti economici, gestionali, legali, etici ed ambientali legati alle applicazioni di queste tecnologie.

Il corso di laurea è finalizzato a:

1. Fornire una laurea immediatamente spendibile sul mercato del lavoro nel campo dell'industria e della ricerca biotecnologica e biomedica.

2. Fornire solide basi per l'accesso alle Lauree Magistrali in campo Medico, Veterinario, Farmaceutico, Industriale e Agrario.

Il corso è orientato in modo da fornire nei primi due anni una buona cultura di base, privilegiando nel nel terzo anno le attività di laboratorio e i corsi qualificanti immediatamente spendibili nel mondo del lavoro.

Coordinatore

P a
Carissimi studenti i tre anni del corso di Biotecnologie rappresenteranno per la vostra formazione una rivoluzione pari a quella vissuta all'inizio della scuola primaria. Se in quest'ultima vi sono state fornite le chiavi imprescindibili della vita nella società attuale, nell'università costruirete le fondamenta della vostra vita professionale. Dandovi il benvenuto nel nostro corso vi accolgo alla porta di ingresso di una delle discipline più entusiasmanti e in più rapido sviluppo.

Paolo Malatesta
Coordinatore del Corso

Dove siamo

Dove siamo

Direzione e manager didattico presso CBA Centro di Biotecnologie Avanzate - Ospedale Policlinico San Martino

Aule e didattica in zona S.Martino e, principalmente presso:

Polo Didattico Biomedico ex-Saiwa, Corso Gastaldi 161 (Genova)

Polo Alberti, Via LB Alberti 4 (Genova)

Polo Didattico Chirurgico e Istituto di Anatomia, Via de Toni (Genova)

Storie di successo

Federico Tortelli
Ho studiato Biotecnologie Medico-Farmaceutiche all'Università degli Studi di Genova, dove ho anche conseguito un Dottorato in Medicina Rigenerativa e Ingegneria dei Tessuti. Nonostante il forte legame con Genova, con la mia famiglia e i vari amici e colleghi che ho avuto la fortuna di incontrare durante il mio percorso, ho deciso di continuare le mie attività di ricerca all'estero. In Svizzera ho continuato la mia carriera accademica come ricercatore all'École Polytechnique Fédérale de Lausanne prima di ottenere una posizione come Preclinical Pharmacology Team Leader al Novartis Institutes for Biomedical Research a Basilea dove lavoro da quattro anni.

- Federico Tortelli
Preclinical Pharmacology Team Leader al Novartis Institutes for Biomedical Research a Basilea


Durante la mia vita come ricercatore in ambito biomedico e farmaceutico ho avuto l'opportunità e la fortuna di esplorare diversi aspetti di medicina rigenerativa e traslazionale come la rigenerazione ossea e cutanea, l'ingegnerizzazione di matrici per la somministrazione di fattori di crescita e lo sviluppo di modelli traslazionali di malattie del tessuto scheletrico e di patologie croniche come ulcere diabetiche e venose. I miei interessi non si sono mai concentrati su un solo particolare aspetto della medicina rigenerativa ma, al contrario, a una visione più olistica di tutte le problematiche associate a malattie degenerative complesse e croniche. Questa visione non riduzionista, insieme alle conoscenze in biologia cellulare e molecolare acquisite durante i miei studi all'Università di Genova, mi ha aiutato nella mia carriera aziendale come Team Leader in Novartis. Insieme al mio gruppo di ricerca lavoro, infatti, su diversi progetti di drug discovery con lo scopo di validare nuovi target molecolari e sviluppare farmaci che possano avere un impatto positivo sulla qualità della vita di pazienti afflitti da malattie per le quali non esistono terapie efficaci approvate.

Ho ricordi molto positivi dell'Università degli Studi di Genova e in particolare del corso di Laurea in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche. Durante il corso ho avuto l'opportunità di assaporare il fascino della ricerca scientifica, attraverso corsi teorici ma anche e soprattutto dalle attività pratiche in laboratorio, dove ho avuto la fortuna di incontrare persone speciali, sia dal punto di vista professionale che umano. Non c'è stato anno che non mi sia sentito parte di una grande famiglia e per questo non finirò mai di ringraziare tutti, dall'ex presidente del Corso Prof. Ranieri Cancedda, dal manager didattico Enrico Zeraschi e da tutto il laboratorio di Medicina Rigenerativa dove ho conseguito il mio dottorato.

Ai nuovi studenti di Biotecnologie auguro di divertirsi come ho fatto io durante i miei studi, di avere uguali opportunità e coraggio nel prendere decisioni a volte difficili, come quella di lasciare casa alle spalle. Vi auguro che possiate seguire, anche se a volte con paura, il vostro istinto; ascoltare con coscienza critica chi incontrerete tra le aule universitarie e lavorare duramente per capire voi stessi e le vostre passioni. Ci saranno mille strade che potrete intraprendere e forse non capirete mai se quella intrapresa sarà quella giusta ma se percorsa con entusiasmo, positività e un pizzico d'irrazionalità potrete trovare qualcosa d'interessante ogni giorno. Non dimenticate di non fare nulla ogni tanto, e se crederete un giorno di sapere tutto quello che volevate sapere, cambiate lavoro.  

Evelina Tutucci
Ho studiato Biotecnologie Medico-Farmaceutiche all'Universita' degli studi di Genova. Questo corso mi ha introdotta al mondo della ricerca. Il vantaggio fu di avere corsi teorici e pratici organizzati per favorire l'esperienza in laboratorio. La mia carriera e' cominciata nel laboratorio del Prof. Malatesta dove ho studiato la biogenesi dei tumori cerebrali di tipo gliale. Qui ho realizzato la mia passione per la ricerca.

- Evelina Tutucci
Postdoctoral all'Albert Einstein College of Medicine (USA)


Motivata dall'interesse per la biologia molecolare, ho poi conseguito un dottorato nel laboratiorio del Prof. Stutz, a Ginevra, dove ho studiato i meccanismi che controllano l'esporto degli mRNA dal nucleo al citoplasma.

Attualmente sono un postdoc all'Albert Einstein College of Medicine (USA) nel laboratorio del Prof. Singer. Qui ho sviluppato tecnologie per visualizzare singoli mRNA in cellule fissate o viventi, utilizzando la microscopia a fluorescenza, con il fine di comprendere come i geni sono espressi.

Il corso di Biotecnologie mi ha fatto scoprire che fare ricerca significa poter esercitare creativita', perseveranza e collegialita' ogni giorno, per partecipare al progresso della conoscenza scientifica.

Nel futuro, vorrei continuare a fare ricerca in accademia o nell'industria.

Davide Bagnara
Ho studiato Biotecnologie all'Università di Genova. Dopo la laurea ho speso 10 anni all'estero, effettuando ricerche in ambito oncologico, seguiti recentemente dal ritorno all'Università di Genova grazie ad una borsa della Fondazione Umberto Veronesi e della Comunità Europea. Mi occupo di immunogenomica in ambito oncologico, nello specifico studio gli anticorpi prodotti dalle cellule B del sangue nell'ambito della Leucemia Linfatica Cronica.

- Davide Bagnara
Senior investigator finanziato con una borsa della Fondazione Umberto Veronesi e della Comunità Europea presso l'Università degli Studi di Genova


La mia ricerca riguarda lo studio del repertorio di anticorpi attraverso il sequenziamento del DNA. I milioni di sequenze ottenute rendono necessario l'utilizzo di strumenti informatici per analizzare i dati e comprendere così le dinamiche del sistema immunitario ed il suo contributo alla Leucemia.

Gli studi in Biotecnologie presso l'Università di Genova mi hanno dato basi solide, indispensabili per essere competitivo in ambienti di ricerca internazionali.

Roberta Tasso
Ho studiato Biotecnologie all'Università degli Studi di Genova e attualmente lavoro presso l'Ospedale Policlinico San Martino di Genova come ricercatrice finanziata da un Progetto del Ministero della Salute destinato a giovani ricercatori.

- Roberta Tasso
Ricercatrice finanziata da un Progetto del Ministero della Salute presso l'Ospedale Policlinico San Martino di Genova


Durante la mia formazione universitaria, ho avuto l'opportunità di sviluppare un forte background interdisciplinare che ha coperto una vasta gamma di aree e applicazioni nel campo delle biotecnologie. Nel mio lavoro mi occupo di studiare cellule progenitrici/staminali e di sviluppare approcci terapeutici basati sull'utilizzo di questa fonte cellulare. Il mio interesse è particolarmente focalizzato nell'analisi dei cosiddetti 'secretomi' derivanti da cellule staminali adulte, ovvero l'insieme di fattori proteici bioattivi e componenti vescicolari che giocano un ruolo chiave nel mediare gli effetti rigenerativi e terapeutici delle cellule stesse. Un approccio di questo tipo potrebbe in futuro aprire la strada allo sviluppo di strategie terapeutiche più sicure basate sull'utilizzo dei fattori prodotti e rilasciati dalle cellule sostituendosi all'utilizzo delle cellule stesse.

Il percorso di studi fatto a UniGe mi ha permesso di porre basi solide e di approfondire le conoscenze in diversi ambiti biomedici quali l'immunologia, la farmacologia, la biologia e la medicina rigenerativa. Nell'insieme, questo bagaglio culturale mi è servito e mi continua a servire quotidianamente per svolgere il mio lavoro.

I ricordi relativi al periodo universitario sono tra i più belli della mia vita e sono legati non soltanto agli insegnamenti e alle materie trattate, ma anche all'ambiente amichevole che si è instaurato tra colleghi e che ha posto le basi per la costruzione di solide amicizie.

Per saperne di più

Per saperne di più

Coordinatore:

Prof. Paolo Malatesta

paolo.malatesta@unige.it

tel. 010 5558403

Manager Didattico:

ENRICO ZERASCHI

Componente Commissione AQ (Assicurazione Qualità) del Corso di Studi in Biotecnologie

e-mail: enrico.zeraschi@unige.it

Tel. 0105558266

La sede lavorativa è ubicata al 1° piano del Centro di Biotecnologie Avanzate - L.go R. Benzi, 10 - 16132 Genova (il Centro si trova all'interno ed in cima all'Ospedale Policlinico San Martino)